Ecco gli importi dell’ “equo compenso”

Ecco gli importi dell’ “equo compenso”

Il 30 dicembre 2009 il Ministero dei Beni Culturali ha determinato con decreto gli importi dell’ “equo compenso” per copia privata previsto dall’articolo 71-septies della legge sul diritto d’autore: gli importi sono dovuti per gli apparecchi e per i supporti atti a registrare o riprodurre suoni o immagini. Tale compenso è dovuto per tutti i dispositivi e i supporti, prodotti o importati nel territorio italiano, atti alla registrazione o riproduzione di opere protette da diritto d’autore, anche laddove tali dispositivi o supporti possano avere anche altri usi: fra i dispositivi sono compresi, ad esempio, sia i lettori DVD che i telefoni cellulari, mentre i supporti comprendono sia i CD registrabili che le chiavette USB.

Leggi il testo del decreto