-
Tempo medio di lettura

L’esenzione dal pagamento delle tasse di registrazione del marchio per le ONLUS

Pubblicato in: Proprietà Intellettuale
by Alessio Marano
Home > L’esenzione dal pagamento delle tasse di registrazione del marchio per le ONLUS

Le ONLUS sono esentate per Legge dal pagamento delle tasse di registrazione dei marchi. In questo contributo vedremo perché è importante registrare un marchio (anche per le ONLUS) e soprattutto come accedere a tale esenzione.

L’importanza della registrazione del marchio (anche per le ONLUS)

Se una delle funzioni del marchio è quella di distiguere imprese, prodotti e/o servizi, allora i marchi sono uno “strumento legale” indispensabile per le ONLUS. Del resto, anche loro operano sul mercato, presentando prodotti e/o servizi e hanno il desiderio di essere ricordate per il rispettivo operato. Per questo è importante che anche le ONLUS registrino il proprio nome/marchio.

In Italia sono presenti molte organizzazioni non lucrative che operano sostanzialmente in concorrenza tra loro. La registrazione del marchio conferisce al suo titolare un diritto di sfruttamento esclusivo (del logo/nome prescelto), impedendo a chiunque altro di avvalersene. In questo senso, anche i consumatori evitano di confondersi, il che è un bene per le ONLUS e per il mercato nel suo complesso.

Lo studio Canella Camaiora si occupa quotidianamente di registrazione marchi. Una prima consulenza orientativa può essere resa, su prenotazione, anche in videoconferenza. Per ricevere assistenza in merito alla registrazione e/o alla tutela del marchio consulta la pagina

Registrazione marchi

Insomma, il primo motivo per registrare un marchio è quello di tutelare la propria identità. Valorizzare un marchio attraverso la registrazione significa difendere il proprio operato da indebite ingerenze della concorrenza e proteggere i propri associati e/o clienti, evitando inutili dispersioni. Oltretutto, se il marchio per le imprese commerciali — in termini di tassazione — è oneroso. Per le ONLUS è invece esente da imposte. Vediamo come.

L’esenzione dalle tasse di registrazione riservata alle ONLUS

Normalmente, l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) in sede di registrazione dei marchi, richiede il pagamento tasse rilevanti, ovvero:

– 101,00 € – tassa di registrazione comprensiva di 1 classe;
– 34,00 € per ogni classe aggiuntiva;
– Imposta di bollo deposito marchi – 42,00 € online;
– Tasse per incarico rappresentante 34,00 €

Le ONLUS, invece, hanno diritto a specifiche agevolazioni ed elezioni. Vediamole per categoria

Le esenzioni riservate alle ONLUS di diritto (Associazioni di volontariato, Cooperative sociali, Federazioni sportive)

Le ONLUS sono esenti dal pagamento delle tasse per la registrazione del marchio. Citando l’UIBM “Le ONLUS Non pagano la tassa di concessione governativa (art. 18 d.lgs. 460/1997; art 13 bis Tabella allegato B dpr 641/1972) e imposta di bollo (art. 17 d.lgs. 460/1997; art 27 bis Tabella allegato B dpr 642/1972)”.

In particolare questa esenzione vale esclusivamente per:

  1. Le ONLUS che sono iscritte all’anagrafe unica presso il Ministero delle Finanze – Agenzia Regionale delle Entrate (art. 10 comma 1 lett. a) e art. 11 del d.lgs. n. 460/1997)
  2. Le ONLUS DI DIRITTO, così dette in quanto esenti dall’iscrizione all’anagrafe unica delle ONLUS (art. 10 comma 8, d.lgs. 46/1997), ovvero:
  • Le Associazioni di volontariato iscritte nel registro tenuto dalla regione (art. 6 legge 266/1991).
  • Le Cooperative sociali che sono iscritte nell’apposito albo regionale (legge 381/1991).
  • Le Federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI.

Le ONLUS  non ricomprese nel catalogo soprariportato sono esentati dal pagamento della sola tassa governativa, dovendo quindi affrontare il costo dell’imposta di bollo dal costo di Euro 42,00 €.  Si fa riferimento alle:

  • Società e associazioni sportive dilettantistiche.                                                                                                                                                                                                         

L’esenzione sulle tasse può essere richiesta solo ed esclusivamente per la registrazione di un marchio sul territorio Nazionale. Per la registrazione internazionale è necessario versare la tassa all’autorità competente, ossia la WIPO (World Intellectual Property Organization).

Affidandosi allo studio Canella Camaiora, le agevolazioni spettanti verranno calcolate dal professionista che si occuperà della consulenza preliminare e della registrazione del marchio della ONLUS.

Data di pubblicazione: 17 Giugno 2021

Alessio Marano

Laureato a pieni voti presso l’Università degli studi di Pisa, praticante avvocato bilingue appassionato di Proprietà Industriale, Antitrust e Diritto delle nuove tecnologie.
Leggi la bio