approfondimento
-
Tempo medio di lettura 5'

Quanto costa recuperare un credito?

Pubblicato in Recupero Crediti
da Gianluca Verzì
Home > Quanto costa recuperare un credito?

Quanto costa recuperare un credito è una domanda che si pongono in molti. Infatti, avere dei crediti insoluti è una circostanza piuttosto frequente.

Avere un’idea di massima di quanto costa recuperare un credito risulta importante per calcorare la portata del proprio investimento.

Infatti, quando il debitore non paga spontaneamente non possiamo fare altro che cercare di convincerlo con le “maniere forti” e tutto ciò ovviamente ha un costo.

I creditori non devono però farsi spaventare da questo investimento iniziale. Infatti, tutti i costi necessari per recuperare un credito – compresi gli interessi! – potranno essere addebitati al debitore inadempiente.

Ecco perché quando si parla di dover recuperare un credito è importante rivolgersi a professionisti qualificati che mettano a punto la migliore strategia, ponderando costo e opportunità di ogni azione.

Il costo per recuperare un credito e l’efficacia dell’operazione dipendono da numerosi fattori:

  • la natura del credito,
  • la tipologia di debitore,
  • le fasi che si rendono necessarie,
  • la presenza di beni aggredibili (e la loro eventuale ricerca).

Nell’ambito del recupero crediti, però, è possibile fornire dei costi indicativi per le varie fasi, in quanto trattasi di attività essenzialmente standardizzate. Il costo di tali attività viene indicato all’interno delle tabelle dei paramentri forensi (allegate al DM n. 55/2014).

I giudici, con qualche leggera differenza in base all’ordine territoriale di riferimento (v. ad es. Tabelle Ordine di Milano), si rifanno a dette tabelle per liquidare le spese legali sostenute dal creditore. Nel nostro precedente articolo, abbiamo già illustrato le varie fasi da seguire per ottenere il recupero di un credito, identificandone sostanzialmente 5, pertanto rimandiamo alla sua lettura per ulteriori approfondimenti.

In questo contributo cercheremo, invece, di identificare i costi relativi alle suddette fasi, i quali varieranno a seconda dell’ammontare del credito vantato.

Prima fase: diffida stragiudiziale

  • Da € 0,01 a € 5.200,00: compenso € 100,00;
  • da € 5.200,01 a € 26.000,00: compenso € 300,00;
  • oltre € 26.000,01: compenso € 500,00.

*Escluse le spese vive.

Seconda fase: ricorso per decreto ingiuntivo

  • Da € 0,01 a € 5.200,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 450,00;
  • da € 5.200,01 a € 26.000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 540,00;
  • da € 26.000,01 a € 52,000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 1.305,00;
  • da € 52.000,01 a € 260.000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 2.135,00;
  • da € 260.000,01 a € 520.000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 4.185,00.

* Non sono compresi i costi di deposito, estrazione copie e notifica, gli eventuali costi di identificazione della controparte o di domiciliazione presso altro difensore.

Terza fase: precetto

  • Da € 0,01 a € 5.200,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 135,00;
  • da € 5.200,01 a € 26.000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 225,00;
  • da € 26.000,01 a € 52,000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 315,00;
  • da € 52.000,01 a € 260.000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 405,00;
  • da € 260.000,01 a € 520.000,00: fase di studio, istruttoria, conclusiva € 540,00;

* I costi di notifica e dell’eventuale imposta di registro sul provvedimento giudiziale non sono inclusi.

Quarta fase: pignoramento

Pignoramento mobiliare

  • Da € 0,01 a € 1.100,00: fase di studio della controversia, istruttoria e/o di trattazione € 180,00;
  • da €  1.100,01 a € 5.200,00: fase di studio della controversia, istruttoria e/o di trattazione € 525,00;
  • da € 5.200,01 a € 26.000,00:fase di studio della controversia, istruttoria e/o di trattazione € 816,00;
  • da € 26.000,01 a € 52,000,00: fase di studio della controversia, istruttoria e/o di trattazione € 1.290,00;
  • da € 52.000,01 a € 260.000,00: fase di studio della controversia, istruttoria e/o di trattazione € 1.800,00;
  • da € 260.000,01 a € 520.000,00: fase di studio della controversia, istruttoria e/o di trattazione € 2.395,00.

* A questi devono aggiungersi i costi dell’accesso dell’ufficiale giudiziario, dell’eventuale domiciliazione presso altro difensore e, in caso di esito positivo del pignoramento, di ogni altra attività successiva.

Pignoramento presso terzi, per consegna e rilascio, in forma specifica

  • Da € 0,01 a € 1.100,00: fase introduttiva, trattazione e conclusiva € 330,00;
  • da €  1.100,01 a € 5.200,00: fase introduttiva, trattazione e conclusiva € 855,00;
  • da € 5.200,01 a € 26.000,00: fase introduttiva, trattazione e conclusiva € 1.336,00;
  • da € 26.000,01 a € 52,000,00: fase introduttiva, trattazione e conclusiva € 2.115,00;
  • da € 52.000,01 a € 260.000,00: fase introduttiva, trattazione e conclusiva € 2.945,00;
  • da € 260.000,01 a € 520.000,00: fase introduttiva, trattazione e conclusiva € 3.940,00.

* A questi devono aggiungersi i costi di notifica, dell’eventuale domiciliazione presso altro difensore e, in caso di esito positivo del pignoramento, di ogni altra attività successiva.

Pignoramento immobiliare

  • Da € 0,01 a € 1.100,00: fase introduttiva, istruttoria e/o trattazione € 212,00;
  • da €  1.100,01 a € 5.200,00: fase introduttiva, istruttoria e/o trattazione € 715,00;
  • da € 5.200,01 a € 26.000,00: fase introduttiva, istruttoria e/o trattazione € 1.080,00;
  • da € 26.000,01 a € 52,000,00: fase introduttiva, istruttoria e/o trattazione € 1.645,00;
  • da € 52.000,01 a € 260.000,00: fase introduttiva, istruttoria e/o trattazione € 2.300,00;
  • da € 260.000,01 a € 520.000,00: fase introduttiva, istruttoria e/o trattazione € 3.020,00.

* A questi devono aggiungersi i costi dell’accesso dell’ufficiale giudiziario, dell’eventuale domiciliazione presso altro difensore e, in caso di esito positivo del pignoramento, di ogni altra attività successiva inerente alla vendita dell’immobile (perizia, nomina adetto alla vendita eccetera).


Inoltre, precisiamo che tutti i suddetti importi escludono rimborso forfettario (15,0%), CPA (4%) ed IVA (22%). In ogni caso, essi si riferiscono al presumibile costo delle varie attività per recuperare un credito. Tale costo potrebbe subire variazioni in ipotesi peculiari o eccezionali.

Per maggiori informazioni o per ricevere assistenza, vi invitiamo a visitare la nostra pagina dedicata al recupero crediti o a contattarci su questo argomento per avere dei preventivi dedicati.

Data di pubblicazione: 17 Gennaio 2020

Gianluca Verzi

Laureato all'Università Cattolica di Milano, praticante avvocato appassionato di diritto industriale in particolare di Diritto dei marchi.
Leggi la bio