-
Tempo medio di lettura 7'

Il Design: Cos’è e Cosa è registrabile come disegno/modello?

Pubblicato in Proprietà Intellettuale
da Giulia Perez
Home > Il Design: Cos’è e Cosa è registrabile come disegno/modello?

“Design” è un termine divenuto comune nel linguaggio corrente ma, a livello giuridico, esso ha un significato ben preciso. In questo articolo analizzeremo che cos’è il Design (secondo la Legge) e cos’è registrabile (e, quindi, tutelabile) come Design.

Cos’è registrabile come Design

Il Design consiste nell’aspetto esteriore di un prodotto: esso può essere bidimensionale (in questo caso si parla di “disegno”) o tridimensionale (“modello”).

Ma cosa, di preciso, è registrabile come Design? La legge stabilisce che possono essere registrati come Design “[…] l’aspetto dell’intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale ovvero dei materiali del prodotto stesso ovvero del suo ornamento, a condizione che siano nuovi ed abbiano carattere individuale” (art. 31 c.p.i.).

Esempi di design sono la forma della vespa, la bottiglia della Coca Cola, il disegno con il logo LV di Louis Vuitton.

Per poter registrare il design sono necessari due requisiti:

  • La novità: l’oggetto della registrazione non può essere identico ad un design preesistente e, inoltre, non può essere divulgato (ovverosia reso accessibile al pubblico) in una data anteriore a quella della domanda di registrazione.
    Vi sono, tuttavia, alcune eccezioni a questa regola generale: si pensi, ad esempio, al “periodo di grazia” di un anno dalla data di presentazione al pubblico concesso all’autore del disegno o modello per richiederne la registrazione (cfr. art. 7 Reg. UE nr. 6/2002).
  • Il carattere individuale: il design ne è dotato se l’impressione generale che suscita nell’utilizzatore informato è diversa da quella suscitata da qualsiasi disegno o modello presente sul mercato prima della data della domanda di registrazione. Si noti che il parametro per stabilire se il disegno/modello è dotato di carattere individuale è l’utilizzatore informato, e non il consumatore medio (come accade invece per i marchi di impresa).

Vuoi sapere subito quanto costa registrare il tuo Design? Per ottenere un preventivo abbiamo creato uno strumento interattivo. Se vuoi ottenere subito un preventivo personalizzato clicca sul pulsante rosso (la procedura richiede meno di due minuti e il preventivo è immediato).

 

 

Perché è importante registrare il Design

I vantaggi della registrazione di un disegno o modello sono molteplici e rilevanti.

La registrazione garantisce una protezione di 5 anni, prorogabile fino ad un massimo di 25 anni. Essa conferisce il diritto all’uso esclusivo del Design, vietandone l’utilizzo non autorizzato a terzi. L’autore di un design non registrato, ma che presenti i requisiti per la registrazione, ha invece un diritto di esclusiva di soli 3 anni dalla data di divulgazione al pubblico.

Grazie alla registrazione, ci si potrà difendere più facilmente dalle imitazioni, poiché in caso di Design registrato vi è la presunzione della validità dello stesso e della sua titolarità in capo al registrante. Non sarà quindi necessario provare la stessa in giudizio ma sarà sufficiente esibire l’attestato di registrazione. Si pensi ad un giudizio di contraffazione, instaurato cioè a causa della ripresa integrale o parziale degli elementi più significativi di un determinato Design: la prova della data della creazione/pubblicazione del Design non è sempre agevole in mancanza di una formale registrazione.

Si noti inoltre che la registrazione del Design consente di azionare anche la tutela doganale, in caso di prodotti usurpativi provenienti da Paesi terzi. La registrazione, inoltre, facilita anche il ricorso alla giustizia penale.

L’azione a tutela del design e, viceversa, la registrazione del design sono solo alcuni dei nostri servizi in materia di diritto del designVuoi sapere subito quanto costa registrare il tuo Design? Per ottenere un preventivo abbiamo creato uno strumento interattivo. Se vuoi ottenere subito un preventivo personalizzato clicca sul pulsante rosso (la procedura richiede meno di due minuti e il preventivo è immediato).

 

 

Da non confondere con il Design: il Marchio e Modello d’utilità

Vi sono due istituti giuridici da non confondere con il Design.

  • Il marchio
    Si tratta di un segno che distingue un prodotto dagli altri, agli occhi dei consumatori, garantendone l’omogeneità qualitativa dei prodotti/servizi contraddistinti dal medesimo marchio. In buona sostanza il marchio protegge il rapporto tra l’impresa e la sua clientela. Sono suscettibili di registrazione come marchio non solo parole, ma anche figure e perfino suoni.
    L’oggetto di registrazione di un marchio è, quindi, più ampio di quello suscettibile di registrazione come Design, e la sua funzione è diversa. Anche i suoi requisiti di validità sono diversi: il marchio dev’essere nuovo e deve presentare il carattere distintivo, il quale attiene alla non descrittività dei prodotti/servizi che il marchio sarà chiamato a contraddistinguere sul mercato. Può accadere che una forma possa essere idonea alla registrazione sia come marchio sia come Design.
  • Il modello di utilità
    Questo titolo di proprietà intellettuale si differenzia dal Design per il fatto di proteggere i prodotti che danno una nuova e specifica efficacia o comodità funzionale. Il Design, come detto, presenta invece un rilievo puramente estetico, e non funzionale.
    Se la forma nuova del prodotto presenta una funzione utile, condizionando al contempo l’aspetto esteriore del prodotto, la forma stessa sarà tuttavia suscettibile di essere registrata sia come Modello di utilità (nelle porzioni funzionali), sia come Design. Si noti, inoltre, che la tutela del modello di utilità dura 10 anni.

Come registrare il Design?

La domanda di deposito del design può essere di due tipi: singolo o multiplo, a seconda che gli elementi da registrare siano uno o molteplici. In quest’ultimo caso, ogni elemento dovrà far parte della stessa classe della classificazione di Locarno.

Il design è protetto a livello internazionale sin dal 1925, grazie alla Convenzione dell’Aja per il deposito internazionale di modelli e disegni industriali. Tale convenzione permette a chi lo desideri di registrare lo stesso design in più Stati, se aderenti alla convenzione stessa. Si noti, infatti, che la tutela offerta dalla registrazione è limitata territorialmente: essa è valida solo negli Stati in cui la registrazione è avvenuta. La successiva Convenzione di Locarno per la classificazione internazionale dei modelli e disegni industriali (1968) presenta un’ampia varietà di tipologie di design in cui classificare il proprio disegno/modello al momento della domanda di registrazione.

La procedura di registrazione del design non è semplice: è consigliabile affidarsi ad esperti, che verifichino l’effettiva esistenza dei requisiti legali per la registrazione del design e che sappiano offrire una consulenza strategica per tutelarlo.

Lo Studio legale Canella Camaiora gode di un’esperienza comprovata nelle procedure di registrazione del design e degli altri titoli di proprietà intellettuale. Ti invitiamo a visitare la pagina del sito dedicata al Diritto del Design.

Data di pubblicazione: 23 Novembre 2020

Giulia Perez

Laureata presso l'Università di Bologna, praticante avvocato appassionata di diritto pubblico e dell'ambiente
Leggi la bio