Valutazione Know-How

Il servizio di valutazione del know-how consente di determinare il valore economico del c.d. saper fare.

La valutazione know-how è uno dei nostri servizi dedicati nell’area: valutazione beni immateriali. La valutazione riguarda specifiche conoscenze e/o processi riservati (c.d. know-how) che accrescono la capacità competitiva dell’impresa. Il servizio include una doverosa analisi legale preliminare e una verifica di consistenza giuridico-amministrativa. Secondo i principi che governano la materia oltre che nella prassi professionale, beni immateriali come know-how, marchi, software, piattaforme, brevetti, etc. – i c.d. “intangibles” – per essere suscettibili di valutazione economica devono essere: 

  • identificabili in via autonoma (c.d. principio della identificabilità); 
  • sottoposti al controllo del titolare, consentendogli di trarre benefici economici e di limitare o impedire lo sfruttamento a terzo (c.d. principio del controllo). 

 

Chi richiede la valutazione del know-how

Il problema della determinazione del valore economico del know-how rileva nei seguenti casi: 

  • conferimento; 
  • cessione o licenza; 
  • operazioni straordinarie (acquisizione, conferimento d’azienda o ramo, fusione, scissione); 
  • agevolazioni fiscali (es. patent box)
  • rivalutazione.

In caso di conferimento in società, la valutazione economica del know-how è obbligatoria ai sensi dell’art. 2343 del Codice Civile. Infatti, il Codice Civile prescrive la perizia di stima asseverata a garanzia della consistenza effettiva del capitale sociale. La valutazione del know-how, inoltre, è fortemente consigliata, ogni qual volta vi è il dubbio che possano sorgere contestazioni con riguardo alle operazioni che coinvolgono il know-how.

N.B. La valutazione legale (FASE 1) viene spesso commissionata al nostro Studio da dottori commercialisti che devono verificare l’effettiva esistenza giuridica dell’intangibile prima di procedere con la sua perizia di stima. 

Caratteristiche del servizio

La valutazione operata dallo Studio si compone di due fasi: 

FASE 1: Valutazione legale (verifica di consistenza giuridica): lo Studio conduce una due diligence dedicata. Di prassi, lo Studio valuta la titolarità, la riservatezza, le caratteristiche e il campo di applicazione del know-how. Inoltre, attraverso check list e interviste dedicate, lo studio raccoglie i documenti e le informazioni rilevanti. L’esito della valutazione legale consiste in un report dettagliato (parere legale) che viene a costituire parte integrante della successiva perizia di stima. 

Si noti che detta valutazione legale (FASE 1) può essere erogata dal nostro Studio anche separatamente dalla perizia di stima. Spesso, infatti, la valutazione legale viene richiesta al nostro Studio proprio da dottori commercialisti che si trovano a dover verificare, per i propri clienti, la consistenza del bene immateriale prima di procedere con la sua valorizzazione economica.

FASE 2: Perizia di stima (valorizzazione economica): il valore economico del know-how viene stimato seguendo metodi basati sulla redditività, sui costi e su dati empirici. La stima del valore del know-how è il risultato dell’applicazione di più metodi di valutazione. Il professionista sceglie i metodi che risultano più coerenti con le peculiarità aziendali, con la situazione in atto e con i dati materialmente disponibili. La perizia di stima, di prassi, viene condotta da dottori commercialisti selezionati dallo Studio Canella Camaiora. Il servizio di cui alla FASE 1 è prodromico alla valutazione economica fornita in FASE 2. 

I vantaggi

Lo Studio Legale Canella Camaiora è altamente qualificato nella gestione e nella tutela dei diritti di proprietà industriale ed intellettuale. Tra i servizi dello Studio, il servizio di valutazione know-how è uno dei più richiesti ed apprezzati. 

La valutazione legale (verifica di consistenza giuridica, FASE 1) dell’intangibile può essere preventivata e fornita dallo studio Canella Camaiora anche separatamente dalla perizia di stima (FASE 2). La perizia di stima economica viene condotta da commercialisti abilitati – esperti in proprietà intellettuale e selezionati dallo studio – che collaborano abitualmente con il Tribunale di Milano. 

CONTATTACI