Significative modifiche ed abrogazioni al codice civile in materia di diritto societario

Significative modifiche ed abrogazioni al codice civile in materia di diritto societario

7 aprile 2010 - Segnaliamo che il 7 aprile 2010 è entrato in vigore il D. Lgs. 39/2010 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 23 marzo 2010, n. 68 – Supplemento Ordinario n. 58 – che ha apportato, tra le altre, significative modifiche ed abrogazioni al codice civile in materia di diritto societario. Di seguito le principali novità intervenute.

Per le Società per Azioni:

L’articolo 2409-bis del codice civile è stato sostituito dal seguente:

«Art. 2409-bis (Revisione legale dei conti). – La revisione legale dei conti sulla società e’ esercitata da un revisore legale dei conti o da una società di revisione legale iscritti nell’apposito registro.
Lo statuto delle società che non siano tenute alla redazione del bilancio consolidato può prevedere che la revisione legale dei conti sia esercitata dal collegio sindacale. In tal caso il collegio sindacale e’ costituito da revisori legali iscritti nell’apposito registro».

Sono stati abrogati gli articoli 2409-ter, 2409-quater, 2409-quinquies, 2409-sexies del codice civile.

Per le Società a Responsabilità Limitata

L’articolo 2477 del codice civile è stato sostituito dal seguente:
«Art. 2477 (Collegio sindacale e revisione legale dei conti). – L’atto costitutivo può prevedere, determinandone le competenze e poteri, la nomina di un collegio sindacale o di un revisore. La nomina del collegio sindacale e’ obbligatoria se il capitale sociale non e’ inferiore a quello minimo stabilito per le società per azioni. La nomina del collegio sindacale e’ altresì obbligatoria se la società: a) e’ tenuta alla redazione del bilancio consolidato; b) controlla una società obbligata alla revisione legale dei conti; c) per due esercizi consecutivi ha superato due dei limiti indicati dal primo comma dell’articolo 2435-bis. L’obbligo di nomina del collegio sindacale di cui alla lettera c) del terzo comma cessa se, per due esercizi consecutivi, i predetti limiti non vengono superati. Nei casi previsti dal secondo e terzo comma si applicano le disposizioni in tema di società per azioni; se l’atto costitutivo non dispone diversamente, la revisione legale dei conti e’ esercitata dal collegio sindacale. L’assemblea che approva il bilancio in cui vengono superati i limiti indicati al secondo e terzo comma deve provvedere, entro trenta giorni, alla nomina del collegio sindacale. Se l’assemblea non provvede, alla nomina provvede il tribunale su richiesta di qualsiasi soggetto interessato».