SEPARAZIONI DIVORZI

DIVORZI
La gestione della crisi familiare è un affare delicato.

Occorre dedicarsi con premura alla cura degli interessi della prole e dei coniugi, affinché entrambi possano emergere rapidamente dalla situazione di forte stress in cui a volte si rischia di annegare…

Il rispetto reciproco è il primo passo.

Accordi urgenti e fattivi conducono rapidamente al ritrovamento della serenità quotidiana. Un legale, unitamente a figure di supporto e consulenza psicologica, sono necessariamente i professionisti più indicati. Poi si passa all’analisi degli asset patrimoniali ed alla cura di quei valori (non solo economici) che vanno utilmente preservati.

La separazione non è un’operazione aritmetica di divisione. E’ necessario averne molta cura. Preghiamo ogni nostro Assistito di fornirci, sin dal primo appuntamento, tutte le informazioni necessarie a comprendere la situazione concretamente in atto.

Il primo incontro conoscitivo è gratuito. All’esito dell’incontro avremo cura di rendere un preventivo chiaro e dettagliato per l’attività che ci si prospetta e che pare consigliabile. Siamo soliti praticare prezzi competitivi, consapevoli proprio dello stress finanziario che le separazioni possono talora generare.

Al fine di esserVi utili sin dal primo momento, Vi chiediamo di raccogliere le informazioni secondo lo seguente tabella. Saremo lieti di poterVi rendere un preventivo anche telefonicamente o via mail.

DATI DEL MARITO: Nome e cognome; Comune di nascita; Data di nascita; Residenza; Titolo di studio; Professione.

DATI DELLA MOGLIE: Nome e cognome; Comune di nascita; Data di nascita; Residenza; Titolo di studio; Professione.

ULTIMA RESIDENZA IN COMUNE DEI CONIUGI: Comune; Provincia (in mancanza di una residenza in comune, indicare il comune e la provincia dove si trovava l’abitazione.

MATRIMONIO E REGIME PATRIMONIALE: Tipo di matrimonio; Data del matrimonio; Comune e provincia di celebrazione del matrimonio; Regime patrimoniale (Comunione dei beni; Separazione dei beni).

FIGLI: numero dei figli e relativi dati anagrafici.

ABITAZIONE CONIUGALE: in proprietà; in locazione; in comodato gratuito; titolo; indirizzo; documentazione relativa; modalità di acquisizione e relative percentuali di partecipazione; in caso di immobile ereditato specificare la provenienza.

ALTRI IMMOBILI: riferimenti di eventuali altri immobili (o terreni) di proprietà dei coniugi).

BENI MOBILI: beni mobili di rilievo: autovetture, opere d’arte, arredamenti, elettrodomestici, etc.

LIQUIDITA’, CONTI CORRENTI, FONTI DI REDDITO: si prega di raccogliere la documentazione fiscale, lavorativa e bancaria idonea a rendere una corretta valutazione attuale e prospettica nell’immediatezza della gestione della crisi ed in ottica di eventuale composizione congiunta o di lite giudiziale.