MARCHI

MARCHI
Proteggiamo qualcosa di unico, il tuo brand.

Il marchio, sia esso una parola o un disegno, è un segno di riconoscimento per i prodotti od i servizi di un’impresa che ha proprio la funzione di distinguerli, renderli riconoscibili dai prodotti o dai servizi di imprese concorrenti. Sotto il profilo commerciale, il marchio è uno strumento che serve a proteggere il rapporto tra l’impresa e la propria clientela da possibili indebite ingerenze della concorrenza. Naturalmente il marchio può essere veicolato attraverso appropriate operazioni pubblicitarie per diffonderne la conoscenza e per associare ad esso una determinata identità costituita da certi caratteri di qualità o di affidabilità o di salubrità. E’ opportuno tutelare tali investimenti e l’avviamento ottenuto mediante attività di deposito dei marchi che l’azienda ha eretto a simbolo e sintesi del proprio operato.

Marchi Nazionali

Il marchio nazionale è un segno distintivo (parole, disegni, lettere, cifre, suoni, forma del prodotto o della confezione, combinazioni e tonalità cromatiche) che contraddistingue i prodotti o i servizi di un’impresa sul mercato. Il marchio è disciplinato in Italia dagli articoli da 7 a 28 del Codice della proprietà industriale (decreto legislativo n. 30 del 10 febbraio 2005).

Marchi Comunitari

Dal 1° Gennaio 1996, è entrato in vigore il Marchio Comunitario, un marchio unico valido sull’intero territorio dell’Unione Europea. La procedura unica di registrazione si svolge presso l’Uami, Ufficio per l’Armonizzazione del Mercato Interno. Con la registrazione, il titolare acquisisce un diritto di esclusiva in tutti gli Stati membri dell’Unione Europea.

Marchi Internazionali

I soggetti titolari di un marchio nazionale hanno la possibilità di estendere la tutela nel territorio dei Paesi Europei e di quelli Extraeuropei depositando una domanda di Marchio Internazionale, secondo una procedura disciplinata da due Accordi Internazionali (Accordo e Protocollo di Madrid).

Requisiti - Il segno che si intende registrare come marchio deve avere i seguenti requisiti: capacità distintiva (deve contraddistinguere un prodotto o un servizio differenziandolo da quello di altri); novità estrinseca (non deve essere stato usato in precedenza come marchio, ditta o insegna per prodotti o servizi simili a quelli per cui si richiede la registrazione); originalità (non può consistere in una denominazione generica o descrittiva di prodotti o servizi); liceità (non deve essere contrario alla legge, all’ordine pubblico e al buon costume).

Durata della tutela – 10 anni a decorrere dalla data di deposito della domanda. Alla scadenza, il marchio può essere rinnovato ogni volta per ulteriori dieci anni.