La Corte di Giustizia europea “bacchetta” l’Italia e rafforza la tutela del Design

La Corte di Giustizia europea “bacchetta” l’Italia e rafforza la tutela del Design

La sentenza emessa il 27 gennaio 2011 dalla Corte di Giustizia sul caso Flos-Semeraro (causa C-168/09) rafforza la tutela del design.

Nel 2006 Flos aveva citato in tribunale a Milano la Semeraro contestandole di aver importato e commercializzato in Italia delle lampade le quali – a detta dell’azienda bresciana – imitavano la lampada Arco dei fratelli Castiglioni.

Prodotta da Flos, la lampada era protetta dal diritto d’autore sulle opere di design industriale fino al 2001. Con il recepimento della direttiva europea sul design industriale (n.98/71) l’Italia aveva lasciato spiragli alla possibilità di copie a strascico di opere protette da design industriale.

La Sentenza è fortunatamente in linea con la nuova legge di recepimento che supera ogni moratoria

Le reazioni – Guglielmi (Indicam): «Verdetto atteso». Gandini (Assoluce): «Il talento viene riconosciuto». Bocchietto (Adi): «Premiato chi crea»